fbpx

“Nessun settore fallisce tanto rapidamente quanto il settore commerciale”, afferma Harvard Business Review. Perché? Il riferimento è alla strategia di vendita. Ognuno può portare al successo, ma ha anche le stesse possibilità di fallimento. Dopotutto, nel commercio tutto dipende dalla reazione del consumatore. È irreale soddisfare tutti.

I Maggiori Trends del 2020:

  • Fine del confronto commerciale online e offline.
  • Il futuro dell’e-commerce è qui.
  • L’attenzione al cliente è il futuro e-commerce.
  • Utilizzando il potere dei “Content”
  • Implementazione della “User Experience”
  • Recensioni anziché social network.
  • Shopping tramite smartphone – nuovi giorni feriali.
    Combattere la riconsegna della merce.

Fine del confronto commerciale online e offline

L’eccitazione permanente verso il “digitale” ha creato molti stereotipi. Uno di questi è che il commercio al dettaglio sta morendo e solo l’ e-commerce arriva a sostituirlo. Ma i leader del marchio ti diranno che la scelta, e non la posizione, è la principale caratteristica commerciale.
Le  vendite online hanno ormai raggiunto una quota di € 313 miliardi in Europa.

Il futuro dell’e-commerce è qui:

Oggi vincono quei marchi che comprendono l’interazione fondamentale dei diversi metodi di vendita. Quindi, se avessero seguito la tesi “il commercio al dettaglio dovrebbe essere morto”, tutti gli investimenti sarebbero diretti alle vendite online e all’attrazione dei consumatori sul sito. Ma vediamo che lo sviluppo dei prodotti e la loro presentazione avviene principalmente nel mondo reale.

Il consumatore preferisce ancora il negozio “reale”, piuttosto che quello virtuale. Ma questa differenza è piccola. Oggi l’acquirente vuole avere una scelta: ordinare online o cercare merci dal vivo. Pertanto, queste due opzioni sono completamente combinate. Stesso prodotto, stessi prezzi e condizioni. Ancora più importante: entrambe le opzioni devono essere implementate da ciascun marchio.

L’orientamento al cliente è il futuro dell’e-commerce

Per molto tempo, la semplice pubblicità era sufficiente; ma i tempi cambiano e il cliente è stanco di guardare la pubblicità di un prodotto apparentemente perfetto, dal momento che ogni prodotto potrebbe avere difetti evidenti. Inoltre, il fatto stesso di pubblicità è spesso causa di indignazione. Tali metodi non funzionano più.

Il futuro è attirare l’attenzione dimostrando le reali possibilità del prodotto. Allo stesso tempo, ogni occasione, ogni mossa di pubbliche relazioni dovrebbe essere utile anche per il consumatore:

  • i saldi;
  • sconti multi-livello;
  • rate;
  • free gift;
  • abbonamenti a servizi.

Ogni azienda si concentra sul “valore del marchio” e “obiettivo del marchio”. Il primo elemento si sviluppa come il numero di aumenti dei clienti abituali. Il secondo mira ad attirare tali consumatori. Come farlo? Utilizzando il potere del contenuto.

Il potere dei “Content”
Ossia nel creare una connessione tra il cliente e il marchio attraverso i contenuti.
Quale dovrebbe essere il contenuto?
Innanzitutto, diversificandolo , ma rimanendo coerenti: i contenuti scritti, audio e visivi devono essere utilizzati in modo uniforme. Secondo le statistiche, il video è il mezzo migliore per attirare il pubblico:
Unboxing Videos – (coinvolgendo alcuni clienti che condividono la propria esperienza sul tuo sito Web e sui loro social media, aprendo il pacchetto, interagendo con il prodotto per la prima volta. Questa è un’esperienza riconoscibile che creerà entusiasmo per i potenziali clienti, così tanti backlink e clic.
Showcase (La Vetrina) – Catturare l’attenzione degli influencer dei social media, con una Gallery , tramite Slideshow ad esempio.
Escludere la pubblicità diretta – Questa tendenza del passato non avrà mai successo. Anche se hai bisogno di menzionare il nome del prodotto o dell’azienda, fallo il più velato possibile. È necessario creare una sinergia tra il messaggio generale del materiale e la sua parte di vendita.

Implementazione della “User Experience”

Il primo passo per colmare il divario è un “design reattivo”. È già stato implementato e ora esiste come una tendenza in corso. Lo schermo del computer consente di inserire molte informazioni, ma anche con uno schermo per smartphone da 6 pollici, le possibilità sono limitate.

Deve essere “educativo”. Dedica un pò più di tempo a raccogliere statistiche reali o ad analizzare le tue vendite e fornire queste informazioni al cliente , apportando l’ interazione con gli utenti-consumatori a un livello più profondo.
Chatbot: un’intelligenza artificiale che aiuta i clienti a trovare il prodotto che stanno cercando, per arricchire l’esperienza del cliente e, infine, cosa non meno importante, le esigenze post-vendita, un servizio di assistenza altamente reattivo.

Recensioni anziché social network

Attrarre nuovi clienti è più efficace attraverso “campagne” appropriate. In particolare, il modo più economico e più produttivo sono recensioni di marchi o prodotti specifici da fonti affidabili.
La Vendita diretta al pubblico attraverso piattaforme di social media – la prossima frontiera della pubblicità aziendale online – dando ai marchi l’opportunità di vendere i loro prodotti direttamente ai consumatori (Facebook e Instagram stanno già promuovendo questa forma di matrimonio innovativo.)

Acquisti tramite smartphone

Più della metà degli utenti che iniziano a esplorare il prodotto tramite uno smartphone, effettuano un acquisto sullo stesso dispositivo. Le vendite di telefoni cellulari sono oltre un trilione di dollari. Le aziende si stanno concentrando sull’adattabilità del sito, sulla versione mobile, ottimizzando il processo di acquisto: meno pulsanti, meno dati da riempire, semplici transizioni tra le pagine.
Pagamento Web: aggiunta di un modulo chiaramente ottimizzato con un pulsante di acquisto tramite Amazon Pay, PayPal e altri sistemi di pagamento. In altre parole, vengono utilizzati tutti i sistemi a cui un potenziale cliente può collegare una carta di credito in modo da non inserire ogni volta i dati di fatturazione, quindi maggiori opportunità per il cliente.

Combattere la riconsegna

L’orientamento al cliente implica la politica più flessibile. Uno dei punti di tale strategia è la possibilità di restituire la merce. È interessante notare che la percentuale di rendimento nel commercio elettronico è 3 volte superiore rispetto al commercio normale.
Oggi, sempre più spesso, vengono praticate la spedizione e la restituzione gratuite, l’assenza di una commissione per la distanza di invio e altri normali supplementi di e-commerce al costo delle merci. Di conseguenza, ogni rimborso costituisce una perdita per l’azienda. Pertanto, insieme a politiche generose, inizia la lotta contro l’abuso della gentilezza dei fornitori. Amazon ha annunciato che introdurrà un divieto di vita per gli utenti che restituiscono merci “in serie”.
Pertanto, la società subirà meno perdite. Ma i clienti diventeranno più organizzati e impareranno a fare immediatamente la scelta giusta. Secondo gli esperti, un tale passo dovrebbe migliorare il rapporto tra fornitori e consumatori.

e-commerce trend 2020 | come creare una startup Firenze|l’ e-commerce migliore di Firenze| design reattivo|vetrina online|Customer service Firenze |assistenza post-vendita e-commerce su Firenze|Restyling siti Firenze|Portfolio siti web Firenze | piattaforme e-commerce Firenze